L’editoria italiana cresce sui mercati esteri: + 9% nel 2018

L’editoria italiana conferma la sua capacità di conquistare i mercati stranieri: nel 2018 la vendita all’estero di diritti di libri di autori italiani cresce ancora, con un aumento del +9%. È quanto emerge dai dati 2018 dell’Osservatorio AIE sull’import-export dei diritti realizzati dall’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE), che saranno presentati nell’ambito dell’incontro, organizzato in collaborazione con Aldus, Perché l’editoria italiana piace sempre di più all’estero?, in programma il 6 dicembre alle 16.30 in Sala Aldus a Più libri più liberi, la Fiera nazionale della piccola e media editoria, in programma fino al 9 dicembre al Roma Convention Center La Nuvola. Ne parleranno, a partire dai dati, Pablo De La Vega (Base Tres, Messico – agente letterario) e Carmen Prestia (Alferj e Prestia – agente letteraria), moderati da Stefano Salis (Il Sole 24 Ore).
Grande sarà l’attenzione al segmento di mercato che è cresciuto di più negli ultimi anni ed è uno dei punti di forza, anche all’estero, della piccola editoria nell’incontro, realizzato in collaborazione con Pepe Research e a partire dall’indagine Pepe, Ai poli estremi dell’editoria per bambini e ragazzi. La lettura tra gli 0-3 anni e tra i YA e le scelte editoriali, in programma il 6 dicembre alle 15.30, in Sala Aldus: un confronto per riflettere sugli elementi che stanno influendo sulle politiche editoriali del settore, che ai suoi due estremi – piccolissimi e young adults – evidenzia caratteristiche e abitudini originali. Parteciperanno Sante Bandirali (Uovonero) e Michele Foschini (BAO Publishing), moderati da Simonetta Fiori (la Repubblica).
Tra i microsistemi di eccellenza editoriale uno spazio sempre più rilevante, specie per i piccoli editori, lo sta acquistando il graphic novel. Se ne discuterà nell’incontro, realizzato in collaborazione con Nielsen, sempre a partire dai dati, nella giornata del 6 dicembre alle 14.30 in Sala Aldus Le eccellenze della piccola editoria: il graphic novel con Emanuele Di Giorgi (Tunué) e Celina Salvador (Steinkis Groupe, Francia), moderati da Stefano Salis (Il Sole 24 Ore).
Il cambio generazionale nell’editoria piccola e media e che cosa comporta sarà al centro dell’incontro Una nuova generazione al comando, in programma il 6 dicembre alle 12.30 in Sala Aldus, in cui si confronteranno Giovanni Hoepli (Hoepli editore) e Shulim Vogelmann (Giuntina), moderati da Sabina Minardi (L’Espresso).
Spazio inoltre ai buyer delle principali catene, per offrire agli editori uno sguardo su particolarità e procedure oltre che avviare un percorso di iniziative che possano dare alla piccola editoria maggiore visibilità, nell’incontro, realizzato in collaborazione con Aldus, I piccoli editori e le politiche d’acquisto delle catene editoriali, in programma il 6 dicembre alle 10.30. Ne parleranno Emanuele Cappello (Libraccio), Barbara Lepore (Librerie Feltrinelli), Daniele Mariani (Librerie Mondadori) introdotti da Diego Guida (Presidente Gruppo Piccoli editori dell’AIE) e moderati da Gerardo Mastrullo (La Vita Felice). destinatario è severamente proibito ed è pregato di darne notizia immediatamente al mittente oltre che cancellare il messaggio e i suoi eventuali allegati dal proprio sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *